L’attivista egiziana Sanaa Seif, 27 anni, è stata condannata a 18 mesi di prigione per aver diffuso "false informazioni" relative al Covid e per la "diffamazione di un pubblico ufficiale". Lo hanno detto i suoi avvocati. Il fratello è l’attivista Alaa Abdel Fattah, già incarcerato perché figura di spicco nella rivolta durante la primavera araba che ha rovesciato Mubarak nel 2011. Seif ha lavorato per il documentario di successo The Square, incentrato sulla crisi politica in Egitto dal 2011 in poi.