Sono stati fermati 11 dei 23 passeggeri fuggiti da un aereo dell’Air Arabia Marocco costretto venerdì sera a un atterraggio d’emergenza a Maiorca a causa di un presunto malore a bordo. L’aereo era partito da Casablanca e diretto a Istanbul. La persona che aveva accusato il malore, sostenendo di avere uno choc diabetico, trasportata in ospedale si è dimostrata in perfetto stato di salute, ragione per cui le autorità ritengono si sia trattato di una messinscena orchestrata da un gruppo di passeggeri per entrare in Spagna illegalmente. In seguito alla fuga, l’aeroporto Son San Juan è rimasto chiuso ieri per oltre tre ore e 27 voli sono stati dirottati a Ibiza, Barcelona e Valencia, mentre sono stati rinviati di alcune ore 20 voli in partenza, mentre solo stamattina ha potuto ripartire l’aereo della Air Arabia Maroc. I passeggeri ricatturati saranno rimpatriati nel Paese di origine, dopo essere stati identificati e inviati in un centro di accoglienza, mentre continuano le ricerche degli altri 12 che mancano ancora all’appello.