Roma, 25 febbraio 2021 - Si sono celebrati oggi a Roma i funerali di Stato per l'ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi in un agguato in Congo. La cerimonia è iniziata alle 9.20 nella Basilica romana di Santa Maria degli Angeli. Era presente il presidente del Consiglio, Mario Draghi. Il cardinale Angelo De Donatis ha celebrato i funerali.

In prima fila i familiari delle vittime. La moglie di Luca Attanasio, Zakia Seddiki indossava un velo nero e teneva una delle figlie in braccio. Tra le autorità c'erano il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi e i vertici delle Forze Armate. Mancava il capo dello Stato, Sergio Mattarella, per indisposizione: al suo porto era presente la presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

La cerimonia e l'omelia sono state molto commoventi, come la preghiera letta dal carabiniere che prenderà il posto di Iacovacci in Congo. In piazza tante persone hanno voluto rendere omaggio a queste due vittime italiane, uccise in terra straniera mentre lavoravano per la pace. "Sono qui perché partecipo al dolore delle famiglie dell'ambasciatore e del carabiniere uccisi. Da mamma di un militare dell'Esercito andato più volte in missione nei teatri più difficili, mi sono sentita inevitabilmente vicina alle mamme, soprattutto a quella di Vittorio", ha detto Carolina, presente in piazza della Repubblica. "So bene quanto potesse essere orgogliosa la mamma del carabiniere, pensandolo magari al sicuro. Quando loro partono, sono mesi in cui come mamma non vivi". Franca invece è qui perchè è di Sonnino, il paese di Iacovacci: "Lo ricordo benissimo da piccolo, vivace, dispettoso, ma bravissimo. Che gran dolore oggi". Poi anche dei ragazzi, che non li conoscevano, ma hanno voluto esserci: "Sono i nostri morti e siamo venuti qui perché piangerli", le parole all'agenzia Adnkronos di Lorenzo, Chiara, Agnese, Lara, Diletta, Roberta, tutti studenti 20enni fuorisede.

Dopo la cerimonia il ministro Luigi Di Maio si fermato con i familiari dell'ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, davanti ai loro feretri nei carri funebri appena terminati i funerali di Stato.

image

Rvivi la Diretta

- Forte commozione anche durante l'esecuzione del "silenzio".  Al termine della cerimonia, il cardinale Angelo De Donatis ha incensato le due bare, benedicendole con l'acqua santa. 

- L'agente che ha reso omaggio leggendo "Preghiera del Carabiniere", si è commosso. Sarà proprio lui a sostituire Vittorio Iacovacci nella sede diplomatica in Congo.

- In uno dei passaggi il vicario del Papa ha detto: "In questo giorno sentiamo l'angoscia di tre famiglie, di due nazioni e dell'intera famiglia delle nazioni. Angoscia perchè manca la pace tanto desiderata; angoscia perchè vi sono ancora troppi cuori di uomini che, invaghiti dal denaro e dal potere, tramano la morte del fratello; angoscia perchè le promesse di giustizia sono disattese". 

- "Occorre smascherare il germe dell'indifferenza violenta che è nei cuori e dire: 'è un problema mio questi nostri fratelli hanno deciso di compromettersi con l'esistenza degli altri anche a costo della loro vita. Oggi piangere è doveroso'".

- "La violenza non è fatalità. La violenza sta tornando di moda in ogni ambiente e latitudine, non è solo qualcosa che si manifesta nel nord est del Congo lontano da noi. Spesso la violenza, che si annida nel fondo dell'anima, si camuffa in insensibilità. Occorre smascherare questa violenza", continua il cardinale, vicario del Papa per la diocesi di Roma, durante l'omelia.

- Il cardinale Angelo De Donatis: "Luca, Vittorio e Mustafà sono stati strappati da questo mondo dagli artigli di una violenza stupida e feroce che porterà solo altro dolore: dal male viene solo altro male". 

- In prima fila i familiari delle vittime. La moglie di Luca Attanasio, Zakia Seddiki, indossa un velo nero e tiene una delle figlie in braccio. 

La moglie di Luca Attanasio indossa un velo nero e tiene una delle figlie in braccio

- E' iniziata la funzione religiosa. I feretri sono stati trasportati nella chiesa dai carabinieri del 13/o reggimento, quello di cui faceva parte Iacovacci. La chiesta è chiusa al pubblico.

- Nella Basilica ci sono i familiari di Attanasio e Iacovacci. Poi le autorità: il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi e i vertici delle Forze Armate. 
Assente per una indisposizione, il capo dello Stato, Sergio Mattarella: al suo posrto c'è la presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

- I feretri avvolti nel tricolore stanno entrando ora nella basilica di Santa Maria degli Angeli. Un silenzio assordante in Piazza della Repubblica. Lo interrompe solo la marcia funebre suonata dalla fanfara dei carabinieri.

- Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è arrivato nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Presente anche il personale diplomatico del ministero degli Esteri, che ha voluto onorare il collega e amico Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. I diplomatici, che non hanno potuto partecipare alla funzione per le limitazioni del Covid, all'ora d'inizio dei funerali di Stato sono scesi nel piazzale antistante la Farnesina e si sono raccolti in silenzio. (Un minuto di silenzio anche nell'ambasciata italiana in Spagna, nella cancelleria consolare di Madrid e il consolato generale di Barcellona).

image

Dopo i feretri nei comuni d'origine

Lungo applauso alla Camera per Attanasio e Iacovacci

I due feretri torneranno nei loro comuni di origine, Limbiate, in Lombardia, e Sonnino, nel Lazio, dopo la funzione. A Limbiate le esequie di Luca Attanasio saranno sabato 27 febbraio, alle ore 10, al Centro sportivo in via Tolstoi 84. I funerali saranno celebrati dall'Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini. La salma del diplomatico verrà poi tumulata nel Cimitero di Limbiate.

Ieri le prime autopsie sui cadaveri hanno escluso si sia trattata di un'esecuzione, come era stato riferito nelle prime ore dai ranger del parco. Attanasio e Iacovacci sono stati colpiti a morte nello scontro a fuoco tra i loro assalitori e i ranger congolesi intervenuti in soccorso.

Attanasio: il video dell'attentato in Congo. La sparatoria con i ranger

image