Vaccini Covid, gli approvvigionamenti previsti in Italia
Vaccini Covid, gli approvvigionamenti previsti in Italia

Roma, 20 marzo 2021 - Chi rifiuta il vaccino rischia di aspettare Godot. Da quando sono ripartite le iniezioni anche con il siero di AstraZeneca - e un buon dieci per cento delle persone prenotate ha rinunciato o non si è addirittura presentato - in molti si stanno chiedendo cosa succede se si rinuncia all'iniezione. Cerchiamo di fare chiarezza e vedere quali sono le linee guida.

Astrazeneca, sperimentazione Usa: vaccino sicuro. "Rischio trombosi non aumenta"

IL PUNTO / Piano vaccini, la situazione in Italia

Non si può scegliere il vaccino

Quando si prende un appuntamento per vaccinarsi, non si può esprimere una preferenza per il siero. Nessuno può chiamare dicendo: “Vengo, ma solo se mi date Pfizer o Moderna”. Viene iniettato il composto disponibile al momento. Chi riceve l'iniezione viene informato su quale vaccino riceverà e ovviamente, visto che l'iniezione non è obbligatoria, può sempre riservarsi il diritto di rinunciare.

Liste di riserva e vaccino Covid: cosa sappiamo

La strategia italiana

Da piano vaccinale, l'Italia ha deciso di procedere stilando un elenco di categorie considerate più a rischio e contemporaneamente di procedere per fasce d'età. Per capirci, dopo infermieri e medici sono stati vaccinati gli over 80. Assieme a questi ultimi, si è deciso di immunizzare insegnanti e forze dell'ordine. Ma allora cosa succede se un insegnante di 45 anni rifiuta il vaccino di AstraZeneca? O se un 75enne decide di rinunciare?

Vaccinati Figliuolo e Curcio con AstraZeneca

Il piano anti rinunce

Per non veder sprecare delle dosi di vaccino, chi non si presenta all'appuntamento o rinuncia finirà a fine lista. Questo significa che se un professore convocato per oggi non vuole ricevere AstraZeneca (o anche un qualsiasi altro vaccino), finirà in fondo alla lista dei docenti. In pratica rischia di potersi vaccinare di nuovo (e sempre non potendo scegliere il siero) solo dopo diversi mesi. Lo stesso meccanismo è previsto le fasce di età. Se sono un over 70 e non mi presento all'appuntamento, finirò in fondo all'elenco della mia classe.

L'apertura di Locatelli

Venerdì, il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, ha comunque fatto un'apertura importante: “Chi rifiuterà AstraZeneca – ha detto Franco Locatelli – verrà preso in considerazione per un altro vaccino”. Ma questo significa che chi continua a rinunciare, perché non vuole assolutamente ricevere il siero di Oxford, potrà vaccinarsi con un altro dei composti approvati dall'Ema solo quando la disponibilità dei vaccini sarà alta e le categorie considerate più a rischio e le fasce d'età più fragili saranno immunizzate. Un'attesa che potrebbe essere molto più lunga di quanto si creda.