8 apr 2021

AstraZeneca, avanti con le dosi fino a 79 anni. Così cambia il piano vaccinale

Il governo prepara la nuova ordinanza. Confermato l’obiettivo delle 500mila somministrazioni al giorno

alessandro farruggia
Cronaca
Un operatore inietta una dose di vaccino anti Coronavirus su una paziente in uno dei centri abilitati
Un operatore inietta una dose di vaccino anti Coronavirus

Su AstraZeneca l’Italia sceglie una arditissima soluzione ibrida: uso "preferenziale" per gli over 60 e continuazione della somministrazione delle seconde dosi per chi ha avuto la prima. Con effetti che – nonostante il commissario straordinario Figliuolo sostenga l’opposto – saranno pesanti sulla campagna vaccinale, perché da un lato verranno a mancare i vaccini per il personale della scuola, le forze armate e le forze dell’ordine (tutti vaccinati con AstraZeneca, finora) dall’altro perché in pochi sotto i 60 anni accetteranno il vaccino AstraZeneca, anche qualora un medico glielo prescrivesse, e in molti prevedibilmente non si fideranno del tutto e addirittura eviteranno la seconda dose. E’ accaduto già ieri in varie regioni. Ma la linea del governo è improntata all’ottimismo: nessun problema. AstraZeneca in Italia: oggi Draghi in conferenza stampa. Segui la diretta Colori regioni: tre verso la zona arancione e tre in bilico. Gli ultimi dati Bollettino Covid: i dati sui contagi dell'8 aprile Domande e risposte Astrazeneca è sicuro per gli over 60? Seconda dose con un siero diverso? Quali sono gli effetti sulla campagna? Quali sono le differenze per le fasce d'età? Avremo forniture di altri vaccini? Astrazeneca è sicuro per gli over 60? "Anche alla luce delle valutazioni di Ema e Aifa – dice il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli – il vaccino AstraZeneca è sicuro, specialmente per gli over 60. Questo, sia chiaro, non è né il funerale né l’eutanasia del vaccino AstraZeneca, che resta un siero efficace". "Nessuna dietrologia su AstraZeneca, è un vaccino che va sostenuto" conferma il direttore di Aifa, Nicola Magrini. Seconda dose con un siero diverso? "Per la seconda somministrazione – osserva Franco Locatelli – al momento non ci sono elementi per non effettuarla per chi ha già avuto la prima del siero di Oxford". ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?