Roma, 8 settembre 2018 - Sguardo al cielo stanotte per vedere l'asteroide che saluterà la Terra da molto vicino, all'interno della distanza che ci separa dalla Luna, ma senza rischi per il nostro pianeta. L'asteroide si chiama 2018 RC, ha il diametro di 50 metri, e domani, domenica 9 settembre, alle ore 14:09 italiane transiterà a circa 220.000 chilometri, ossia poco più della metà della distanza lunare.

Scoperto il 3 settembre dal progetto Atlas, dell'università delle Hawaii che cerca gli asteroidi vicini alla Terra, il 'sasso cosmico' sarà osservabile dall'Italia nella notte tra oggi e domani, poco dopo la mezzanotte, a ridosso del passaggio ravvicinato. Per osservarlo sarà sufficiente un piccolo telescopio. "È un passaggio di tutta sicurezza, senza rischi di collisione con la Terra, ma è un'occasione preziosa per osservare questo corpo celeste", ha rilevato l'astrofisico Gianluca Masi responsabile del Virtual Telescope. I passaggi ravvicinati di questo tipo sono infatti l'occasione per osservare questi piccoli corpi celesti che vagano intorno alla Terra, conoscerli meglio e per prepararsi in futuro ad affrontare eventuali minacce". "L'osservazione è alla portata di un piccolo telescopio del diametro di 10-15 centimetri da puntare nella costellazione zodiacale dell'Acquario, "dunque l'asteroide sarà visibile a sud, a circa 30 gradi di altezza, poco dopo la mezzanotte", ha detto Masi. Tra oggi e il 10 settembre, l'asteroide, ha aggiunto "si muoverà dalle costellazioni della Balena e dell'Acquario verso quella del Sagittario, passando da quelle del Pesce Australe e del Microscopio".