Timbrava il cartellino all’Asl e poi andava in chiesa a pregare: figura anche questo singolare caso di assenteismo tra le decine di episodi documentati dai militari della Finanza a Ischia in un’indagine coordinata dalla procura di Napoli. Coinvolti 32 dipendenti pubblici, indagati per diversi reati contro la pubblica amministrazione, tra cui figurano l’assenteismo e il peculato. Ieri i finanzieri hanno notificato ai lavoratori gli avvisi di conclusione indagini. Secondo la ricostruzione, gli indagati – che sono stati filmati – avevano creato un efficiente sistema che gli consentiva di assentarsi grazie alla marcatura di un collega compiacente. Sono veterinari, infermieri, assistenti sociali, e diversi dirigenti e responsabili di alcune unità operative.