Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 mag 2022

Assalto armato a scuola Strage dei bimbi: 15 morti

Texas, il killer di 18 anni ha fatto prima fuoco sulla nonna e poi sugli alunni: ucciso. Tra le vittime anche un’insegnante. E negli Usa riesplode la polemica sulle armi

25 mag 2022
giampaolo pioli
Cronaca

di Giampaolo Pioli

Ha ucciso 14 bambini di una scuola elemntare e la loro insegnante. Un altro atroce bagno di sangue. Un giovane ha massacrato un’intera classe, ferito gravemente altri 16 bambini tutti ricoverate in condizioni disperate all’ospedale. La strage è avvenuta a Uvalde una cittadina rurale di 20mila abitanti. Lo sparatore aveva 18 anni come quello che ha compiuto la strage razzista a Buffalo dove ha sterminato i clienti di un supermercato riservato alla gente di colore. Il killer si chiama Salvador Ramos ed era a sua volta un studente della scuola superiore della cittadina texana

Quest’ultimo massacro a meno di due ore di auto da El Paso dove morirono 23 persone 3 anni fa, riporta alla ribalta la questione delle armi facili e in più generale della violenza negli Stati Uniti. Si tratta una delle peggiori stragi della storia d’America che riporta alla memoria il massacro di Sandy Hook del 2012, quando il 20enne Adam Lanza aprì il fuoco e uccise 26 persone di cui 20 bambini. In un primo tempo lo sparatore sembrava fosse stato ferito dagli agenti e ammanettato ma poco dopo l’Fbi ha confermato che anche lui è morto sembra in uno scontro a fuoco con i primi poliziotti giunti sul posto.

L’allarme innescato dalla strage razzista di Buffalo ha spinto molte città americane a potenziare i loro servizi di sicurezza, ma la libera circolazione delle armi in America che spesso finiscono in mani sbagliate è il detonatore principale di questa recrudescenza di violenza (armata, appunto) che diventa un’emergenza per la politica in generale, ma soprattutto per la Casa Bianca.

Gli agenti dell’Fbi hanno confermato che il giovane killer è anche lui originario di Uvalde ma vogliono capire dall’analisi del suo computer e dei social e dalle testimoninaze dei suoi compagni di classe se fosse stato o meno radicalizzato via internet e quali potessero essere i motivi del suo gesto atroce. Secondo indiscrezioni prima di aprire il fuoco sui piccoli studenti della scuola elementare avrebbe scaricato la sua rabbia contro la nonna, ferendola. Molti dei bambini feriti trasportati in elicottero in ospedale versano in condizioni disperate. La strage è avvenuta intorno all’ora di pranzo quando i ragazzi erano tutti insieme per la ricreazione.

Ad ogni massacro deputati e senatori condannano i gesti violenti ma non sono in grado o non vogliono esaminare leggi che restringano o impediscano l’acquisto di armi, ma quelle in circolazione legali e clandestine sono in numero sempre maggiore ed hanno visto un aumento del 18% in tutti gli Stati Uniti proprio nei due anni del Covid.

Sulla strage di Uvalde è intervenuto anche il presidente Joe Biden che ha ordinato per la giornata di oggi le bandiere a mezz’asta negli Stati Uniti e ha parlato poi di "un atto di violenza senza senso".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?