TRIESTE Il candidato sindaco di Trieste Ugo Rossi (Movimento 3V: vaccini, vogliamo, verità) è stato fermato dai Carabinieri dopo essere stato coinvolto in disordini verificatisi all’esterno dell’Ufficio postale del quartiere di San Giovanni. Secondo una ricostruzione, l’intervento dei Carabinieri della Stazione di...

TRIESTE

Il candidato sindaco di Trieste Ugo Rossi (Movimento 3V: vaccini, vogliamo, verità) è stato fermato dai Carabinieri dopo essere stato coinvolto in disordini verificatisi all’esterno dell’Ufficio postale del quartiere di San Giovanni.

Secondo una ricostruzione, l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Guardiella all’ufficio postale di San Giovanni è stato richiesto attorno alle 12 dopo la segnalazione di alcuni problemi tra gli addetti all’ufficio e due utenti che rifiutavano di indossare correttamente la mascherina all’interno dei locali. Sul posto i militari hanno trovato anche Ugo Rossi (foto), sopraggiunto in sostegno dei due utenti.

Richiamato lui stesso a indossare la mascherina, prima si è rifiutato di consegnare i suoi documenti, poi di terminare la diretta Facebook con la quale stava documentando il controllo. Dopo alcuni minuti nei quali i i Carabinieri della Stazione di Guardiella hanno tentato di convincereRossi a indossare la mascherina e a farsi identificare, la discussioone è denerata in uno scontro fisico, con Rossi che avrebbe colpito i militari con calci e pugni. I due Carabinieri sono rimasti feriti e sono stati trasportati al pronto soccorso di Cattinara.

Il candidato è stato caricato a fatica su un’auto e portato alla caserma di Via Hermet, dove è stato dichiarato in arresto per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni aggravate. Al termine delle formalità di rito anche Rossi, che ha accusato un malore, è stato portato a Cattinara. Successivamente sarà accompagnato nella propria abitazione e sottoposto ai domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste.