Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 gen 2022

Arrestato a New York il ladro italiano di libri

Bloccato all’aeroporto un manager di diritti editoriali: attraverso 160 domini ’fake’ ha carpito inediti di Atwood, Rooney e Hawke

7 gen 2022
giovanni rossi
Cronaca
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa
L’attore americano Ethan Hawke, 51 anni, una vittima della presunta truffa

di Giovanni Rossi Dovrà trovarsi un bravo avvocato. E a New York i bravi avvocati costano cari. Filippo Bernardini, 29 anni, italiano di rito londinese, responsabile diritti esteri della casa editrice britannica Simon & Schuster (estranea alle accuse), ma anche protagonista di truffe telematiche e di furto d’identità aggravato (secondo l’Fbi), è stato arrestato mercoledì all’aeroporto di New York. Ne dà notizia il Guardian. Le accuse sono molto gravi in un paese che ha eccezionale rispetto dei diritti e del loro valore economico. Secondo l’Fbi, il 29enne avrebbe "impersonato, defraudato e tentato di frodare centinaia di individui" per ottenere lavori inediti e bozze di libri. Un lavoro meticoloso, da autentico cartaio digitale, visto che dal 2016 il principale sospettato avrebbe registrato più di 160 domini ’fake’ per ricevere materiali ’esclusivi’ dai più titolati soggetti del settore. Ma non sarebbero mai partiti ricatti né richieste di riscatto. Un mistero. Forse un’ossessione da collezionista di bozze. Fino all’arresto. Distintivi, manette, lettura diritti (giudiziari). Forse un po’ abusato come copione. Ma – Fellini dixit – la realtà è spesso deludente, e anche per questo esistono i film (o la letteratura). Bernardini, sedicente poliglotta, ossessionato – definizione sua – dalla parola scritta e dalle lingue, non si aspettava certo il comitato di accoglienza. Gli Stati Uniti sono il luna park della narrativa e della saggistica. Attrattiva insostituibile per uno col suo curriculum: sempre stando alla pagina Linkedin personale, laurea in cinese alla Cattolica di Milano, master in editoria allo University College di Londra, dieci lingue nelle sinapsi, dallo svedese al tedesco per finire ad arabo, ebraico e coreano. L’altra ipotesi sul viaggio è che fosse un’esca ben preparata se gli agenti erano lì, pronti a sventolargli in faccia l’ordine d’arresto del tribunale distrettuale di New York. L’applicazione dei meccanismi del phishing a una realtà sofisticata come ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?