"In questo momento storico la proliferazione di truffe sui vaccini nel

dark web è un pericolo concreto", a mettere in guardia è Antonio Bana, avvocato penalista, esperto di contraffazione. "La contraffazione dei medicinali c’è sempre stata, è un crimine la cui gravità è enorme – afferma il penalista – perché va a impattare sulla salute pubblica". Oggi, avverte, "nel

dark web ci sono vaccini contraffatti in vendita a 250-300 dollari, con domini trappola, di provenienza spesso cinese. Giorni fa c’è stato un sequestro nella Chinatown milanese, 64mila capsule di farmaci per l’influenza testati in Cina nel trattamento per il Coronavirus".