I numeri non sono quelli che si registrano in Gran Bretagna, ma anche in Italia l’allerta cresce, perché il virus Sars-Cov-2 non accenna a rallentare la sua corsa: in un solo giorno, sono 700 in più i nuovi casi registrati rispetto a martedì, mentre il numero delle vittime è raddoppiato, passando da 10 a 21. Una situazione che diventa dunque sempre più preoccupante, pure sul fronte della tenuta delle strutture ospedaliere: a livello nazionale, infatti, gli ingressi nelle terapie intensive sono passati da 5,1 a 10 in due settimane, anche se il tasso di occupazione complessivo è ancora ben al di sotto della soglia di allerta. Il bollettino giornaliero del ministero della Salute conferma il trend epidemico in crescita, dopo il calo della curva risalente ormai ad alcune settimane fa. Ancora in aumento dunque i casi Covid, con 4.259 positivi, rispetto ai 3.558 di martedì. Anche il tasso di positività è in lieve aumento, passando dall’1,6% di ieri all’1,8%. Quanto all’occupazione dei reparti, sono attualmente 158 i ricoverati in terapia intensiva per Covid, 7 in meno di lunedì. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 1.196, due in più rispetto a lunedì.

red. int.