14 mar 2022

Ancora pugno duro Solo ieri 800 arresti

La Russia che dice "no alla guerra" è scesa di nuovo in piazza in tutto il Paese gridando la vietatissima parola e ignorando l’ipocrisia di quella "operazione militare speciale" che rimbalza dai tg russi senza mostrare alcuna immagine di quello che sta accadendo. Come ogni domenica, la risposta è stata spietata. Oltre 800 persone sono state arrestate dalla polizia in 37 città russe, ha fatto sapere OVD-Info, sito indipendente sui diritti umani, colpevoli solo di aver manifestato. Dall’inizio delle proteste seguite all’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio, in Russia sono state arrestate 14.873 persone e nella settimana che si apre oggi saranno 10 i tribunali impegnati in procedimenti penali politici. Sempre ieri, secondo OVD-Info, sono stati bloccati i siti di diversi movimenti per i diritti umani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?