Studentessa modello, nuotatrice di alto livello, ministra delle Finanze e da oggi leader dei socialdemocratici, come tale in procinto di diventare premier del governo svedese. A Magdalena Andersson piace battere i primati e sarà così anche la prima donna a guidare un esecutivo in Svezia, l’unico dei Paesi nordici a non avere ancora avuto una prima ministra, nonostante l’uguaglianza di genere sia una realtà da tempo consolidata. "Ho accettato di essere presidente del partito perché so che la Svezia può fare di meglio e so che siamo noi, i socialdemocratici, che dobbiamo portare avanti la Svezia". Le sue prime parole dopo l’elezione per acclamazione al congresso del partito.