1 Il colpo di Stato

Il 1° febbraio 2021 l’esercito birmano arresta Aung San Suu Kyi e prende il potere: alla leader premio Nobel viene contestato il risultato delle elezioni di novembre. Emittenti tv, telefoni e comunicazioni Internet vengono interrotti.

2 Chi sono i golpisti

Il golpe è stato organizzato dal capo delle forze armate birmane, il generale Min Aung Hlaing. L’ex generale Myint Swe è stato nominato presidente ad interim.

3 Le proteste

La protesta contro i golpisti è immediata:

tra i primi a fare disobbedienza civile i medici, impegnati nel contrasto del Covid

4 La repressione

Dopo quattro settimane di proteste pacifiche, negli giorni scorsi i militari hanno alzato il tiro: almeno 18 i dimostranti uccisi nell’ultima giornata di manifestazioni, la più sanguinosa dall’inizio del colpo di Stato. Intanto, è iniziato il processo ad Aung San Suu Kyi per violazione di una legge sulle telecomunicazioni e "incitazione al disordine pubblico".