Crotone, 21 novembre 2020 - "Siamo solo all'inizio del peggioramento ma a #Crotone è già #alluvione, dove caduti 200mm dalla mezzanotte". Il video, postato su Facebook da un utente, è impressionante e mostra una strada trasformata in un fiume, con le macchine intrappolate nell'acqua: dalla notte scorsa la provincia di Crotone è interessata da piogge torrenziali, che stanno creando notevoli disagi in diversi comuni. Sulla sola città di Crotone, tra le sette e le otto del mattino, sono caduti quasi 200 millimetri d'acqua, che sono andati ad ingrossare tutti i corsi d'acqua, già al limite dello straripamento per la pioggia, che era caduta altrettanto abbondante nella notte. Le vie di alcune zone della città, che si trovano al di sotto del livello del mare come il quartiere Marinella, sono diventate dei fiumi di acqua, con fango e detriti che hanno letteralmente sommerso tutte le auto in sosta ed allagato garage e magazzini.

Meteo, sabato di maltempo. Arriva il ciclone gelido

Meteo, le previsioni per domenica

I vigili del fuoco sono tempestati da richieste di soccorso da vari punti della città e alcune abitazioni sono state evacuate per precauzione. Già da ieri sera la protezione civile aveva diramato l'allerta rossa, la massima, per la provincia di Crotone fino all'alto Jonio cosentino.

Amministrazione comunale: "Restate a casa"

Il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, ha riunito in seduta permanente il Centro operativo comunale di protezione civile, che sta monitorando la situazione in contatto costante con Prefettura, Protezione civile e Vigili del fuoco. Al momento non si registrano feriti, ma la situazione meteo in queste ore è destinata a peggiorare per cui è stato rinnovato l'invito a tutti i cittadini di restare a casa per motivi di sicurezza, ma anche per non ostacolare il lavoro delle squadre di soccorso che sono tutte impegnate sul territorio. Per i crotonesi in queste ore è tornato l'incubo della devastante alluvione che il 14 ottobre del 1996 provocò sei vittime e danni per milioni di euro. 

Sindaco: "Situazione critica ma no dispersi"

"La situazione è critica, da ieri siamo in allerta rossa, ho appena finito una riunione con la prefettura. Per fortuna non abbiamo segnalazioni di dispersi, ma ci sono interi quartieri allagati e molti danni alle attività commerciali e alle abitazioni". E' quanto afferma a Radio Capital il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce. "Dalle cinque e mezza alle sette la precipitazione è stata di circa 110 millimetri di acqua, parliamo di una bomba d'acqua concentrata in un'ora e mezza su Crotone. Ci sono stati smottamenti, allagamenti, la zona nord di Crotone è stata particolarmente colpita", continua Voce. "Allo stato attuale non ci sono feriti nè dispersi. Abbiamo avuto difficoltà a far defluire l'acqua, il problema allo stato attuale, i danni alle attività commerciali, nelle prossime ore dichiareremo lo stato di calamità naturale".

Disagi in diversi Comuni, persone bloccate in auto

In diversi comuni si registrano situazione critiche, come a Isola Capo Rizzuto dove si è aperta una grossa voragine nel pieno centro abitato e dove interventi e soccorsi sono coordinati dal Centro operativo comunale che è rimasto attivo tutta la notte, grazie al supporto di sei associazioni di Protezione civile. L'amministrazione comunale può contare anche su una squadra del Consorzio di Bonifica provvista di mezzi meccanici che, prontamente, ha subito dato disponibilità. Al bivio per Strongoli, sulla strada statale 106, alcune persone rimaste bloccate in auto perchè l'acqua aveva completamente invaso la carreggiata, sono state tratte in salvo dalle forze di polizia.