16 mar 2022

"Allentare le regole per le rinnovabili"

1 Il governo interverrà per ridurre la tassazione sui carburanti, ma è evidente che è in atto una speculazione inaccettabile. Serve, anche in via transitoria, un ritorno al prezzo amministrato per bloccare chi specula alle spalle di cittadini e imprese. Alla sofferenza delle imprese, in particolare dell’autotrasporto occorre dare risposta per alleviare i maggiori costi derivanti dagli aumenti di energia.

2 Come ha detto Draghi, sulla transizione ecologica non si può né deve tornare indietro. Serve un ulteriore de-burocratizzazione per la produzione delle rinnovabili, che può aumentare significativamente il suo contributo al bilancio energetico nazionale. Sui rigassificatori va valutato con attenzione il rapporto costi-benefici, anche in tema di ambiente.

3 La crisi ucraina mette in evidenza la debolezza della Ue: un gigante economico e un nano in politica estera e difesa. Urge un salto di qualità per un’Europa in grado di essere all’altezza delle sfide. Un Recovery plan di guerra sarebbe una risposta giusta e adeguata per affrontare le conseguenze economiche e sociali. Allentare le regole sul Patto di stabilità e gli aiuti di stato è una scelta obbligata, con buona pace dei rigoristi e dei paesi frugali.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?