Alberto Bauli (Imagoeconomica)
Alberto Bauli (Imagoeconomica)

Verona, 11 agosto 2020 - Il 're' del pandoro Alberto Bauli è morto oggi a Verona. L'imprenditore avrebbe compiuto 80 anni il 5 settembre ed era, assieme all'azienda di cui è stato presidente per oltre 25 anni, simbolo del dolce natalizio. E' proprio sotto la sua presidenza che il gruppo dolciario, fondato nel 1922 dal padre Ruggero, ora con sede a Castel d'Azzano (Verona) e leader italiano nella produzione di pandori e dolci da ricorrenza, si è ingrandito, acquisendo nel 2006 il biscottificio trevigiano Doria e più tardi i prodotti da forno Motta e Alemagna. Nel Gruppo Bauli ora si affaccia la quarta generazione, mentre l'azienda è guidata dal nipote Michele Bauli, presidente di Confindustria Verona. Alberto Bauli è stato per alcuni anni anche consigliere del Banco Popolare, ricoprendo la carica di presidente della Banca Popolare di Verona.

Unione italiana food: "Uomo sensibile e lungimirante"

Il cordoglio dell'industria dolciaria italiana per la scomparsa di Alberto Bauli, morto oggi nella sua Verona "Un grande imprenditore, uomo sensibile e lungimirante, sempre attentissimo a coniugare l'innovazione della sua azienda e dei prodotti col rispetto del personale e dei lavoratori. Assai partecipe alla vita associativa e di rappresentanza della categoria, ha rivestito spesso cariche di primo rilievo nell'ambito dell'associazione, sempre lavorando nella direzione della tutela dell'interesse generale". Così Mario Piccialuti, direttore generale di Unione Italiana Food, ricorda l'uomo e l'imprenditore. 

Zaia: "Messaggero della nostra tradizione"

"Il nome Bauli significa immediatamente Pandoro, un dolce che ogni anno porta la tradizione natalizia veronese in tutto il mondo. Con la scomparsa dell'ingegner Alberto, il Veneto ha perso oggi un messaggero delle nostre tradizioni e del valore della nostra imprenditoria". Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ricorda così l'imprenditore di Verona scomparso oggi. E ha concluso: "Penso che con Bauli - conclude il governatore - il Veneto saluta uno di quei personaggi che con lavoro, passione e attaccamento alla propria terra lo hanno fatto grande. A lui invio un pensiero ed esprimo le mie più sentite condoglianze ai familiari".

Sboarina: "Un capace capitano d'industria"

Sulla scomparsa di Alberto Bauli, il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha aggiunto: "Oggi Verona ha perso un capace capitano d'industria e un banchiere illuminato. Con lui, l'azienda fondata dal padre è diventata un colosso, portando il nome di Verona nelle case di milioni di consumatori. La società è una delle eccellenze cittadine per creazione di valore e occupazione".