Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 giu 2022

Al cuore (della Regina) non si comanda

15 giu 2022
viviana
Cronaca

Viviana

Ponchia

Cuore di mamma contro la ragione di Stato. La regina sospettata di non averlo – un cuore – non fa più niente per nascondere che è possibile avere un figlio prediletto e che il suo si chiama Andrea. Gli equilibri in casa Windsor sono ormai trasparenti e vanno oltre le speculazioni: mentre Carlo e William hanno ormai fatto fuori il duca di York, Elisabetta continua a perdonargli tutto. È così da sempre. Gli amori imbarazzanti, il riavvicinamento a Sarah Ferguson considerata dal defunto Filippo la peste nera, i sospetti di pedofilia legati allo scandalo Epstein. In perenne movimento fra un ciclone e l’altro, cintura nera di ricadute imbarazzanti per la Corona, il terzogenito trova puntualmente nella mamma la persona a cui portare ginocchia sbucciate e assegni da firmare. Ora è stato stralciato dalle persone gradite ai due futuri re d’Inghilterra, che detto così fa impressione ma sono poi suo fratello e suo nipote.

"O lui o me" ha intimato William sbarrandogli la strada alla cerimonia dell’Ordine della Giarrettiera. È in gioco la reputazione della Ditta, quindi della sua, già appannata dalla causa giudiziaria da cui lo zio è uscito con un accordo economico costato alla famiglia 10 milioni di sterline. Di questo soffrono tutti e la regina di più, non per l’assegno ma per il suo bambino senza pace. La spiegazione logica è che Carlo è cresciuto con il regno in tasca e lui no, quindi sarebbe una forma di risarcimento. Ma l’amore di una madre non è logico e si attacca a chi vuole. Con Carlo mai un bacio o un abbraccio, solo strette di mano (di qui la freddezza emotiva lamentata da Diana). Con il piccolo di casa, Edoardo, una indifferenza ai limiti della smemoratezza: quale genitrice si dimentica il ventesimo compleanno del figlio? È poco espansiva, dicono i biografi, perché il protocollo reale l’ha disegnata così. Ma adesso che la famiglia si spacca sceglie visceralmente Andrea: un cuore, per battere, a volte ha bisogno della sua spina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?