16 apr 2022

Agnello in tavola per metà degli italiani

Saranno quasi quattro su dieci pari al 39%, gli italiani che a Pasqua porteranno a tavola la carne di agnello. Una tradizione che si rinnova ogni anno, ma che rappresenta anche un aiuto concreto per la sopravvivenza di 60 mila pastori colpiti dai rincari dei costi di produzione legati alla guerra in Ucraina. È quanto emerge da una indagine ColdirettiIxè in occasione della ricorrenza in cui si acquista gran parte dei circa 1,5 chili di carne di agnello consumati a testa dagli italiani durante l’anno. Tra coloro che non rinunciano all’agnello, il 24% acquisterà quello made in Italy e un altro 9% lo andrà a comperare direttamente dal produttore, per avere la garanzia dell’origine, solo un 7% non si curerà della provenienza.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?