Una picchiata verso il mare pochi minuti dopo il decollo da Giakarta, per cause ancora ignote, portando con sé le 62 persone a bordo: un volo interno indonesiano, un Boeing 737-500 della compagnia Sriwijaya Air, è precipitato nel tratto di mare a nord-ovest della capitale, sulla rotta verso la destinazione di Pontianak, nel Borneo. In attesa delle rivelazioni della scatola nera, è probabile che l’incidente contribuirà alla pessima reputazione dell’Indonesia in materia di sicurezza aerea, sulla scia di numerosi schianti avvenuti negli ultimi due decenni. Il Boeing, che trasportava 50 passeggeri - tra cui sette bambini - e 12 membri dell’equipaggio (nella foto alcuni familiari in attesa di notizie all’aeroporto), è sparito dai radar attorno alle 14:40 locali, poco dopo aver virato verso nord. Alcuni pescatori attorno all’isola di Lancang raccontano di aver visto l’aereo precipitare e aver sentito il rumore di due esplosioni al momento dell’impatto con l’acqua. Le prime ricerche hanno individuato alcuni "sospetti rottami" dell’aereo attorno al punto dove si crede sia avvenuto lo schianto.