Trento, 13 maggio 2018 - Ha preso il via alle 9, come da programma, la sfilata della 91esima adunata nazionale degli Alpini - che cade nel centenario della Grande guerra - a Trento dall'11 maggio a oggi. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato alle 10 al cimitero monumentale di Trento per la deposizione di due corone, una alla lapide dei caduti italiani e l'altra a quella dei caduti austroungarici. Circa 290mila gli arrivi di penne nere nel capoluogo trentino.

Il capo dello Stato è arrivato al cimitero di Trento, dopo essersi recato a depositare una prima corona al Mausoleo di Cesare Battisti, sulla collina della città. Con Mattarella sono presenti tra gli altri la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, la ministra della Difesa Roberta Pinotti, il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il governatore del Trentino, Ugo Rossi e il sindaco di Trento Alessandro Andreatta.

La sfilata è stata interrotta per attendere l'arrivo del presidente della Repubblica. Il capo dello stato è arrivato in piazza Dante e, dopo essere entrato nel palazzo della Provincia, sulle note dell'inno d'Italia ha fatto il suo ingresso nell'area della sfilata per salire sulla tribuna d'onore.
Gli onori al capo dello stato sono proseguiti con il passaggio delle Frecce Tricolori, mentre al microfono è stato ricordato che era dal 1998 che la massima autorità dello stato non onorava della sua presenza un'adunata degli Alpini. Dal pubblico è partito un lungo e caloroso applauso per il presidente della Repubblica. 

image