Il famosissimo scrittore inglese John Le Carré, noto per i suoi romanzi di spionaggio, è morto all’età di 89 anni. Lo ha fatto sapere ieri a tarda sera il suo agente.

La famiglia dello scrittore ha poi confermato che Le Carré è deceduto di polmonite al Royal Cornwall Hospital, a Treliske, la notte di sabato. La malattia, ha precisato la sua agenzia letteraria, non era collegata al Covid-19. Lascia la moglie Jane e quattro figli. "Per sei decenni – ricorda il suo agente – John Le Carré (il cui vero nome era David Cornwell, ndr) ha dominato le classifiche dei bestseller con il suo monumentale corpus di opere". Con le gesta del suo personaggio George Smiley, Le Carré ha magistralmente raccontato in moltissimi romanzi gli intrighi spionistici della guerra fredda, forte di una personale esperienza come agente dei servizi segreti britannici. La fama mondiale giunse quando aveva 32 anni, nel 1963, con il terzo romanzo, l’indimenticabile ’La spia che venne dal freddo’.