Atti sessuali con minori, corruzione di minorenni e tentata prostituzione minorile. Queste le accuse per le quali un bidello di scuola elementare di 56 anni è stato arrestato nel Bresciano. L’uomo ora è ai domiciliari. L’inchiesta è nata dalla denuncia della famiglia di una giovanissima studentessa. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il bidello aveva avvicinato giovanissime non ancora 14enni. Poco più che bambine. Alcune le avrebbe pure convinte a seguirlo a casa dove sarebbe avvenuta una parte degli episodi contestati.