3 mag 2022

Abbonati giù, Netflix taglia le spese E cancella la serie ideata da Meghan

La fiction, ispirata a una 12enne, era ancora in produzione. Markle dovrà rinunciare a un compenso milionario

deborah bonetti
Cronaca
Meghan Markle, 40 anni, e il marito Harry, 37, secondogenito di Carlo e Diana
Meghan Markle, 40 anni, e il marito Harry, 37, secondogenito di Carlo e Diana
Meghan Markle, 40 anni, e il marito Harry, 37, secondogenito di Carlo e Diana

di Deborah Bonetti

La notizia che la serie tv firmata da Meghan Markle per il gigante dello streaming Netflix sia stata cancellata è arrivata a sorpresa e ha dato notevole soddisfazione ai tabloid inglesi, che con la Markle hanno un rapporto a dir poco difficoltoso. La 40enne Duchessa di Sussex, vista come colpevole di aver “rovinato” il principe Harry e di darsi troppe arie da star, è generalmente malvista in Inghilterra e sono in pochi ad essersi rammaricati che una grossa fetta di profitto per i Sussex sarebbe ora andata in fumo. Con il carovita e l’inflazione, Netflix ha perso diversi milioni di abbonati negli ultimi mesi e ha quindi preso la decisione di limitare gli esborsi per le serie meno gettonate. Ecco quindi che la duchessa, la cui esperienza nell’ideare serie TV è uguale a zero, è stata una delle prime vittime. Nonostante il fatto che, grazie alle amicizie del 37enne marito blasonato, la serie animata avrebbe avuto un altro nome eccellente tra i producer: David Furnish, il marito di Elton John – un altro miracolato da nozze fortunate. La serie, ancora nella fase di sviluppo, si sarebbe intitolata "Pearl" (Perla) e avrebbe raccontato le avventure di una ragazzina dodicenne, ispirate dalle vite di donne famose nella storia. La serie, descritta come "ancorata nell’infanzia della duchessa" fa parte di un numero di show per bambini annullati da Netflix, che con i duchi di Sussex aveva firmato un contratto da 100milioni di dollari nel 2020 per diversi show tv.

Primo fra questi – e finora unico ad essere realizzato - il documentario "Heart of Invictus" che avrebbe seguito Harry (e la moglie) mentre partecipavano in qualità di padrini ai giochi, ideati da Harry per i veterani di guerra. I duchi si sono staccati dalla famiglia reale nel 2020, andando a vivere stabilmente in California. Da là hanno continuato ad attaccare la loro famiglia in una serie di interviste esplosive, definendo i Windsor "razzisti" e "infelici". In autunno è attesa la prima autobiografia di Harry, che ha annunciato minaccioso che conterrà "tutta la verità". Intanto i rapporti fra i Sussex (non più “Loro Altezze Reali”) e il resto della famiglia rimangono tesi e spiacevoli. Proprio quello di cui la regina avrebbe fatto volentieri a meno nel suo anno del giubileo di platino.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?