A Roma si celebra il cibo di strada internazionale

Roma, 6 ottobre 2016. Sarà a Roma dal 6 al 9 ottobre, in via Oceania al laghetto dell’Eur, lo Gnam Festival Europeo del Cibo di Strada. Dal cuoppo di fritto campano celebrato nei romanzi di Matilde Serao, alle arancine di Montalbano descritte da Andrea Camilleri, lo street food è anche cultura. E magari ricordo delle vacanze, davanti a una granita siciliana rigorosamente con brioche o passeggiando per le vie pugliesi con un panzerotto in mano. E poi, ancora, arrosticini abruzzesi, supplì romani, le bombette della Valle d’Itria, lo gnocco fritto emiliano, il pastin veneto, il  lampredotto fiorentino.

Ma non si viaggerà solo attraverso l’Italia culinaria. Il cibo di strada ha una valenza universale.  Dagli asados argentini alla paella spagnola ai gyros greci, lo Gnam Festival avrà un percorso attraverso le regioni italiane e un’area internazionale cui hanno aderito diverse cucine (etiope, indiana, messicana, brasiliana, spagnola, greca, polacca, rumena, ungherese, francese).

Previsti incontri tematici, workshop, degustazioni tipiche, artisti di strada.