Un panorama di Vernazza, al centro di trekking nel Levante ligure
Un panorama di Vernazza, al centro di trekking nel Levante ligure
Tre sentieri diversi tra loro ma che condividono la straordinaria bellezza e l’unicità di una zona, quella del Levante ligure, da sempre ricchissima da un punto di vista naturalistico e paesaggistico. Da Santa Maria Ligure, a Corniglia e Vernazza, passando per l’incantevole Golfo dei Poeti, ecco 3 itinerari per trekking a piedi, differenti per difficoltà e caratteristiche da provare al più presto.


Il percorso di trekking della Valle Lagorara

Si tratta di un percorso facile, lungo circa 11 km e con un tempo di percorrenza che si assesta intorno alle due ore. Il dislivello è importante ma non impossibile, in totale sono 970 metri, con partenza dalla piazza di Santa Maria Ligure e ritorno nello stesso posto. L’itinerario inizia subito a salire verso l’alto, imboccando una stradina ripida e molto panoramica. Tutto il percorso si dipana tra numerosi saliscendi e tocca i boschi dalla roccia rossa della Val Lagorara e sentieri di collina a picco sul mare.
È adatto ad appassionati di trekking con un minimo di esperienza e preparazione fisica. 


Trekking da Corniglia a Vernazza

Questo percorso dentro e fuori dalle Cinque Terre del Levante presenta una difficoltà media e parte dalla stazione ferroviaria di Corniglia iniziando subito a salire verso i vigneti che sorgono a fianco del fiume Rio Groppo. Da segnalare il panorama che si può ammirare quando si arriva all’altezza di Prevo (a una quota di più di 200 metri sul livello del mare). Il percorso continua quindi verso la località Punta Palma e torna verso il mare per arrivare al traguardo di Vernazza, uno dei centri delle Cinque Terre. Il tempo stimato per compiere l’escursione è di circa due ore.


Il Golfo dei Poeti

Questo splendido itinerario di trekking sul versante di Levante si dipana tra due aree protette riconosciute dall’Unesco: il parco regionale di Porto Venere e quello delle Cinque Terre. Ha una durata di circa sei ore e una difficoltà media, viste le ascese non troppo agevoli che lo contraddistinguono. Si parte da Porto Venere, dalla bellissima piazzetta Bastreri e si inizia subito a salire, attraversando le località di Campiglia e Telegrafo e ammirando il panorama dell’isola di Palmaria. Il percorso prosegue quindi in direzione di Riomaggiore e termina al suo celebre castello, uno dei simboli delle Cinque Terre.