Corinaldo (Ancona), 22 maggio 2018 - Torna alla ribalta Sementi Festival, appuntamento che si svolgerà il 26 e 27 maggio (con un’anteprima venerdì 25) lungo le strade e dentro gli spazi più suggestivi del centro storico di Corinaldo, trasformato in grande palcoscenico, alla presenza, tra gli altri, del medico umanista Franco Berrino, dello scrittore Stefano Liberti, di Lucia Cuffaro del Movimento per la Decrescita felice, con Swami Joytimayananda, dell'Ashram Joytinat-International College of Yoga Ayurveda e altri ospiti illustri. 

Sementi Festival propone due giorni di appuntamenti gratuiti, conferenze, tavole rotonde, yoga, concerti e laboratori per bambini per le vie del centro storico di Corinaldo, il tutto passando per la maratona serale intitolata Bio per una notte durante la quale l’intero paese e gli esercizi commerciali adotteranno uno stile di vita sano e consapevole.

Corretta alimentazione, movimento, cultura, uno stile di vita sano e qualità del cibo biologico sono alcuni dei temi sotto i riflettori. Numerosi gli appuntamenti in programma, tutti gratuiti, proposti dal Comune di Corinaldo, in collaborazione con La Grande Via, associazione istituita da Franco Berrino ed Enrica Bortolazzi. Le vie e le piazze medioevali saranno quindi il palcoscenico di un Festival che per vocazione vuole coniugare il contesto agricolo nel quale è immerso al rispetto per l’ambiente, la salute, la cultura e la qualità della vita. Dopo l’anteprima di venerdì 25 maggio con l’incontro dal titolo “Agricoltura biologica: opportunità di reddito e tutela della salute”, sabato 26 si comincia alle 11.30 con l’inaugurazione del mercato ortofrutticolo di Corinaldo in via del Corso, in un appuntamento seguito da uno show cooking organizzato dai cuochi de “La Grande Via”.

Nel pomeriggio del sabato, a partire dalle ore 17.30 in Piazza Il Terreno, dove si svolgeranno tutti gli appuntamenti del Festival, avrà luogo l’incontro-dibattito “Agricoltura, salute, arte e spiritualità” organizzato nell’ambito della Rete dei Teatri di Paglia con Franco Berrino, medico epidemiologo di fama internazionale, ed Emilio Fantin, artista che indaga sulle relazioni tra piante, animali e terra, partendo da una visione biodinamica che mette in atto processi artistici che ne manifestano il carattere estetico. Insieme a loro Giovanni Battista Girolomoni, portavoce della riscossa della campagna contro l’avvento della chimica agraria e dell’agroindustria e il maestro indiano Swami Joythimayananda, che diffonde la filosofia dello Yoga e i principi dell’Ayurveda. In serata, dalle 21.30, avrà poi luogo l'evento “Drume Circle: la libertà di suonare”: esperienza di musicoterapia diretta da Alessandro Pianelli per coinvolgere attivamente il pubblico adulto e i bambini, al fine di vivere la musica in un modo comune e totalizzante.

Domenica 27 in mattinata, sempre in Piazza Il Terreno, avrà luogo la tavola rotonda “Quale agricoltura futura?” ancora con Franco Berrino, e con Bruno Sebastianelli, Presidente e socio fondatore de “La Terra e il Cielo” che ha adottato un approccio sostenibile alla coltivazione, in una regione contadina per eccellenza come le Marche e il ricercatore di Sociologia all’Università di Bergamo Domenico Perrotta, esperto dei processi occupazionali legati all’agricoltura e nelle filiere agricole. Questa naturalmente è solo una parte dell'elenco delle iniziative, il programma completo si trova a questo link.