Le quattro grappe della famiglia Hija Ilegitima – Foto: Pellegrini S.p.A.
Le quattro grappe della famiglia Hija Ilegitima – Foto: Pellegrini S.p.A.
Il grande mondo dei distillati si arricchisce di quattro nuove grappe che vanno sotto il nome di Hija Ilegìtima. Sono affinate in botti precedentemente utilizzate per l'invecchiamento del rum ed è per questo che è stato scelto di identificarle con un nome che significa "figlia illegittima": per sottolineare il connubio nato da realtà molto distanti e diverse, ma capaci nonostante questo di un'interessante fusione.

Non è la prima volta che si ricorre a botti "usate" per dare alla grappa note olfattive e gustative originali, dunque non risiede in questo l'interesse di Hija Ilegìtima. La discriminante, come sempre, sta nella cura e nella competenza che hanno guidato gli esperimenti. In questo caso, e gli assaggi confermano, le cose sono state fatte come si deve.

L'idea nasce all'interno di Pellegrini S.p.A., che ha deciso di prendere acquaviti di vinaccia (cioè grappe) invecchiate 24 mesi e di sottoporle a un ulteriore affinamento di 9 mesi in botti nelle quali erano stati precedentemente fatti invecchiare i rum della selezione Pellegrini Private Stock provenienti da Jamaica, Trinidad e Tobago, Barbados e Fiji. Ecco allora le quattro nuove proposte.

AFFINATA IN BOTTE DI RUM HAMPDEN 2000 - 15Y - JAMAICA
Il distillato di partenza è stato ottenuto da uve di chardonnay sottoposto a distillazione discontinua e caldaiette a corrente di vapore.

AFFINATA IN BOTTE DI RUM CARONI 1997 - 18Y - TRINIDAD 
La partenza son uve da Prosecco distillate in modo discontinuo a bagnomaria e caldaiette a corrente di vapore.

AFFINATA IN BOTTE DI RUM BLACKROCK 2000 15Y - BARBADOS
A differenza delle tre sorelle, in questo caso niente distillazione discontinua. Le uve del Chianti sono state sottoposte a distillazione continua di piccole dimensioni e caldaiette, il tutto a corrente di vapore.

AFFINATA IN BOTTE DI RUM "ENFANT TERRIBLE" 2003 - 12Y - FIJI
Uva di partenza: Raboso. Sistema di distillazione: discontinuo a bagnomaria e caldaiette a corrente di vapore.

Ultimo dettaglio: le grappe di Hija Ilegìtima sono bottiglie a tiratura limitata, tutte numerate, e vanno bevute a temperatura ambiente (non superiore però ai 20°), dopo averle fatte respirare qualche minuto in un bicchiere old fashioned, cioè il classico bicchiere da acqua fatto a cilindro e con un diametro sufficiente a garantire la massima ossigenazione.