Roma, 14 agosto 2018 - Via dalla pazza folla? Letture matte e disperatissime? Intimità e famiglia dopo la lunga (infinita?) stagione politica? Macché. Quei tempi sono lontani, ormai. Tempi da Prima repubblica. Preistoria. Lorsignori (i politici, per capirsi) le vacanze, ora, le fanno social. Tecnica: il selfie. Mezzo di comunicazione preferito: Instagram. Dress code: nessuno. Anzi, meglio: in costume e a torso nudo è fichissimo. Guardate Matteo Salvini, ministro dell’Interno. Che sia Cervia, Milano Marittima o la Puglia lui è sempre in costume. Sorridente. Io sto qui, divertito, ma sono vostro. Sapete con chi sto, tengo sempre d’occhio il cellulare, sapete che cosa faccio e, zacchete!, sono a vostra disposizione.

 

Un giorno di relax alle splendide isole #Tremiti, vi abbracciamo Amici! @elisaisoardi

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial) in data:

Sarà, però, tutto questo can can social pare (pare?) avere un altro obiettivo: gli elettori. Siamo in campagna elettorale sempre e comunque. Si vuole lanciare il messaggio. La fedelissima renziana Maria Elena Boschi ci illumina su come sia bello il mare prima del tramonto (notizione) o Daniela Santanchè su come la tradizione, per lei che è della destra post-missina di Fratelli d’Italia, sia sempre in cima ai suoi pensieri. E infatti, la Versilia non si tradisce. Ma ci si torna, sfoggiando costumi sexy e morbidi divani ove sorseggiare quello che, a occhio, pare uno spritz (sarà con l’Aperol o il Campari, l’amletica questione che attanaglierà le italiche famiglie). E, a proposito di Fratelli d’Italia, ecco la leader Giorgia Meloni. Pare volesse sfuggire i paparazzi. Intento lodevole.

Vacanze italiane per i sovranisti, Merkel tradisce il Belpaese

Però, cara Giorgia Meloni, se poi posti foto su foto (sorridente, of course) il gioco è sempre lo stesso e i poveri paparazzi faticano a lavorare. E i grillini? Ah, loro sì che di social se ne intendono. Grillo scherza e mostra quanto ci voglia un fisico possente per guidare il Movimento. Di Battista ride in famiglia (e te pareva), mentre Di Maio non si fa foto in vacanza. Però, lui c’è. Ma non si vede. Perché, subliminal messaggio, lavora... Vero, siete i soliti nostalgici. Magari perché vi ricordate la vostra beata gioventù o perché rimpiangete quell’Italia proporzionale anche in vacanza.

Berlusconi "in formissima" a Villa Certosa, lo scatto social con Briatore

 

#estate2018 #amiche

Un post condiviso da Daniela Santanchè (@danielasantanche) in data:

C’era una volta Enrico Berlinguer, leader del Pci. «Segretario, che cosa si porterà da leggere nella sua amata Sardegna?». E lui: «I classici del marxismo». In una deserta via del Corso, sede nazionale dell’allora Partito socialista, un altissimo dirigente del Garofano scosse la testa (con qualche ragione, diciamo): «E sai te che palle». In un certo qual senso, anche quello era un messaggio politico: l’alternativa Psi-Pci, di cui allora assai si discettava, non s’ha da fare... 

Le coccole hot tra Salvini e la Isoardi (Chi)