New York, 9 giugno 2016 - Implicitamente era chiaro da mesi, ma solo oggi il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha deciso di rendere ufficiale il suo endorsement a Hillary Clinton. E lo ha fatto con un video pubblicato sul sito della candidata democratica alle presidenziali di novembre. "Sono con lei. Sono pronto e non vedo l'ora di uscire là fuori e fare campagna elettorale con Hillary", ha detto Obama. 

"So quanto sia difficile fare il presidente degli Stati Uniti, per questo credo che Hillary Clinton sia la persona giusta - continua il presidente - Non credo ci sia una persona migliore di lei per questo lavoro: ha il coraggio, la compassione e il cuore per portare a termine le cose".


SANDERS - Intanto Bernie Sanders ha ringraziato Obama e il vice Biden per la loro "imparzialità" durante le primarie democratiche, che hanno premiato la Clinton. Il senatore del Vermont tanto amato dai giovani dem ha ribadito che lotterà fino alle ultime primarie di martedì prossimo nel District of Columbia, ma che parlerà con Clinton per "vedere come lavorare insieme per sconfiggere Donald Trump". Trump "sarebbe un disastro come presidente degli Stati Uniti", ha detto Sanders, che si è congratulato con Hillary Clinton spiegandole di non vedere l'ora "di vedere come possiamo lavorare insieme per sconfiggere Donald Trump".

"Farò tutto ciò che è nelle mie possibilità, e lavorerò più che posso, per fare in modo che Trump non diventi presidente - aggiunge Sanders - È incredibile per me, e lo dico sinceramente, che i repubblicani abbiano un candidato per la presidenza che nel 2016 fa dell'intolleranza e della discriminazione le pietre miliari della sua campagna; un candidato che insulta messicani e latinoamericani... donne... musulmani".

WARREN - La senatrice democratica Elizabeth Warren, paladina nella lotta agli abusi di Wall Street, ha scelto di dare il suo endorsement a Hillary Clinton. Lo riportano alcuni media statunitensi, spiegando che l'annuncio avverrà nelle prossime ore. Il nome della Warren sta circolando da giorni come quello della possibile candidata alla vicepresidenza proprio con Hillary Clinton.