Tre cose da sapere prima del deserto di Sakhir (e giuro che non sto pensando ai tre gol del Real alla Juve, nobile rappresentante del calcio italico al massimo livello).
La prima. Avrete forse notato, dal dopo Melbourne in poi, un certo accanimento terapeutico. Raikkonen è furibondo. La Haas Made in Maranello è illegale. Brogli e imbrogli presunti a livello top per favorire Vettel e la Rossa. Eccetera.
La seconda. Semplicemente, non fateci caso. Sono tutte stronzate da circo mediatico. Una Ferrari vincente (per ora) da’ fastidio. Molto fastidio. Quindi ogni pretesto viene buono per creare casino. In gergo si chiama guerra psicologica. Destabilizzazione. Fateci caso: quelli che trattavano Kimi alla stregua di un bollito raccomandato, ovviamente da me medesimo!, ora lo presentano come una vittima di oscuri disegni di potere anti Seb. State tranquilli. We were Born to Rum. Se la SF71H è da mondiale, beh, lo vinceremo. Io dubito che tale sia, ma non importa.
La terza. L’unica cosa che dovete verificare, ao vivo, è la qualifica del sabato. Se Ham e Bottas rifilano otto decimi ai nostri eroi, allora concentratevi sulla vittoria della Juve 4-0 a Madrid.
Diversaente, stay tuned.