Ipotesi A.
È tutto vero.
Ipotesi B.
Siamo su Scherzi a parte.
Considerazione A.
Puoi anche andare sul 3-0, domattina a Shanghai, but it’s not over until is over e qui i minuti di recupero assommano a sedici Gran Premi.
Considerazione B.
Però, che goduria.
Tra SSS (Super Super Seb) e Kimi 4.0 non è il caso di mettere il dito. Fenomeni, al plurale.
Poiché per anni mi sono sgolato a spiegare che i piloti erano l’ultimo dei problemi Ferrari, trovandomi spesso in orgogliosa solitudine, facciamo che il BVZN (buon vecchio zio nume) aveva ragione e piantiamola qui, perché come diceva mia nonna Pia chi si loda si imbroda.
La gara, adesso.
Pare che in Cina farà più caldo e questo, per esoteriche ragioni, potrebbe rendere meno dura la vita alle Mercedes.
Però Bottas e Hamilton partono dietro. Avendo addosso i Bibitari. La Red Bull monta gomme più tenere al via, Ricciardo e Verstappen dovranno osare subito.
Insomma, wait and see.
In passato ne abbiamo avute di occasioni, perdendole (cit). Vorrei aggiungere che un ferrarista vero puoi farlo piangere ma non rimpiangere.
E quindi spero proprio di non avere rimpianti, a gara cinese finita.