Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Perché non cambio Vettel con Hamilton

Altra posta&risposta. @giuseppe73. Elkann e Camilleri potranno essere giudicati, nei ruoli chez Ferrari, solo a distanza di tempo. Per parlare di F1, uno come Montezemolo ci mise quasi otto anni, prima di vincere un titolo costruttori… @gabe. La Ferrari non ha bisogno di bluffare. Resta in F1, dove è sempre stata, se non viene stravolto […]

Ultimo aggiornamento il 11 agosto 2018 alle 05:20

Altra posta&risposta.

@giuseppe73. Elkann e Camilleri potranno essere giudicati, nei ruoli chez Ferrari, solo a distanza di tempo. Per parlare di F1, uno come Montezemolo ci mise quasi otto anni, prima di vincere un titolo costruttori…
@gabe. La Ferrari non ha bisogno di bluffare. Resta in F1, dove è sempre stata, se non viene stravolto il Dna dei Gran Premi. Il dialogo continua e a una rottura per ora io non credo.
@ruberekus. La politica in F1 conta molto. Gli eredi di Marchionne non hanno l’anello al naso. E per chi conosce la storia di certe relazioni, adesso Jean Todt potrebbe anche cambiare atteggiamento.
@ Davide boccardi. Il marchio Alfa in F1 era una ossessione positiva di Marchionne sin dall’autunno 2014. E l’uomo fu coerente, in merito. L’opinione degli eredi la verificheremo.
@maipora. A livello mediatico globale Hamilton e Verstappen sono più popolari di Seb e Kimi. Ma io mi tengo Seb e Kimi.
@AlexSerafini. L’evoluzione ultima della power unit Ferrari è molto ambiziosa. In ogni componente. Poi, che funzioni o meno, è un altro discorso.
@EmiTozEmi. Per certe cose, Arrivabene è meglio di Todt. Nel rapporto con Vettel, il capo del reparto corse è molto diretto. Non ci sono equivoci, tra i due. Todt e Schumi hanno vissuto una epopea distinta e distante. Quindi, consiglio di evitare paragoni.
@massimo alfani. Molte cose chi mi legge non può sapere però io cito il Cola perché siamo amici e lui di amici veri ne ha pochini e così io gli ricordo che a casa mia, in caso di necessità, un decoder per vedere l’Inter perdere contro il Frosinone lo troverà sempre.
@mattia Morelli. Io Vettel non lo scambierei con Hamilton per due motivi. Uno, non è inferiore. Due, Hamilton crede che la storia della F1 sia cominciata con lui, cita sempre Senna ma si capisce che non ne ha studiato le imprese mentre invece Seb ha una idea, come dire, un poco più…ampia!
@ayrton. Come hai visto Ricciardo si è sistemato in Renault e mi ha sorpreso ma credo abbia avuto il coraggio di gettarsi in una avventura nuova. Per lui in Ferrari non erano maturi.
@magicluis. Il libro te lo firmo quando ci incrociamo. Il Vettel ferrarista sembra meno perfetto del Vettel in Red Bull semplicemente perché adesso deve metterci qualcosa di suo in più. È normale, Schumi2004, con auto super, era più…preciso di Schumi1997, ma quest’ultimo certo non era inferiore.
@skalaluis. McLaren in F1 deve cambiare tutto per sopravvivere. Non so se ci riusciranno. Spero di sì, vederli ridotti così è come se nel calcio il Real Madrid giocasse nella terza serie spagnola.
@lorenzo Mansell 82. La Ferrari è migliorata in ogni area, rispetto a un anno fa. Ma deve crescere ulteriormente da Spa in poi, se no il sogno se ne va un’altra.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.