Mattia Binotto ha comprato una bellissima bicicletta.
Giuro, non è una battuta sarcastica: è proprio vero.
Confermo che della Ferrari mi occuperò dopo la gara in Stiria, affrontata con Leclerc in quarta fila e Sainz fuori dalla top ten.
Ohi, magari piove.
Ho trovato molto efficace l’uscita di Verstappen in conferenza stampa a proposito dei sussurri Mercedes.
Prossima volta, ha detto Max, porto i disegni della nostra ala posteriore, così qualcuno la smette di ammiccare su (proibiti) up grade di motore.
Di sicuro il giovanotto (non da oggi e nei paraggi di Maranello lo sappiamo benissimo) ha la lingua lunga quanto ha pesante il piede.
Sul giro secco per Hamilton non ce n’era e si è visto. Comunque i due amichetti stanno in prima fila, grazie alla penalizzazione di Bottas, e insomma questo film, “Duel”, mancava da un pezzo sul grande schermo della Formula Uno.
Peccato per Ombre Rosse, che non è il capolavoro di John Wayne.