Lunedì a pranzo Sergio Marchionne, scortato dai corazzieri Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto, illustrerà strategia e organigramma della Ferrari che verrà.
Notoriamente io non amo le rivoluzioni.
Non ce ne saranno.
Resta continuerà a disegnare la macchina, spero con l’ausilio di Byrne, adorabile pensionato.
Cardile si occuperà di aerodinamica e Iotti curerà la power unit.
Diego Ioverno, bravissimo responsabile di pista, viene invece spostato a mansioni “interne”. Le sue competenze saranno assorbe da mister Forfora, alias Jock Clear.
Questa è la squadra 2018. Non so se sia un Dream Team.
Di sicuro, proveranno a vincere.