Come può uno scoglio arginare il mare?
Giro per la Brianza come un randagio e mi imbatto persino in una coda e ho davanti un camion.
Mercedes.
Sul retro reca una scritta: la Leggenda continua. Con foto di Fangio e Hamilton.
Come può uno scoglio arginare il mare?
Binotto mi fa sapere: questi qui hanno la pretesa di stare sempre davanti, anche coi camion.
Monza!
Dovreste essere qui per respirare l’aria.
Io non so come andrà a finire.
Potrei dire cosa spero, ma sarebbe troppo ovvio.
E già, io sono ancora qua.
Credo sia nel giusto Maurizio Arrivabene, quando ripete che davanti ci sta ancora il camion, pardon, la Mercedes.
Conviene essere realisti.
Ma come può uno scoglio arginare il mare?
Cercavo Hamilton e non c’era.
Cercavo Vettel e rideva.
I miei amici storici del Ferrari Club di Castiglione Olona mi versano champagne.
Ci vediamo quasi da un quarto di secolo, prima di Monza. L’ingegner Ceruti dice che sono una istituzione.
Quasi come loro, quelli del club.
C’erano con Berger e Alesi.
Ci sono ancora.
Come può uno scoglio arginare il mare?
Il cameriere versa altro champagne.
Fra qualche ora si accenderanno i motori.
Io penso che non moriremo mai, fin quando ci sarà qualcuno in grado di ricordarci.
Ci sarà qualcuno in grado di ricordarmi?