“Fare correre uno o più Gp con una gomma dal battistrada diverso non è una bella cosa, ma il complotto anti Ferrari è una leggenda metropolitana, visto che la decisione Pirelli fu annunciata a marzo e confermata a inizio aprile, quando nessuno sapeva come sarebbe stata la classifica del mondiale dopo quattro gare…”

Giancarlo Minardi è un caro amico. Non abbiamo sempre le stesse idee, su Raikkonen per dire stiamo agli antipodi, ma mi piace la sua pacatezza. E’ uno che non vive la Formula Uno con l’istinto dell’ultrà. Siamo sempre in meno, temo. Ma diceva appunto Renzo Arbore: meno siamo e meno stiamo.

“Secondo me non bisogna drammatizzare gli eventi di Barcellona -sospira Giancarlo- La Ferrari ha avuto dei problemi, può darsi sia dipeso appunto dalle gomme, altri non hanno patito guai, l’informazione l’avevano ricevuta tutti allo stesso momento, può capitare di non adattarsi al volo! Comunque a Maranello stanno facendo un grande lavoro, il rimpianto sono le occasioni perdute, perchè nelle prime quattro gare la squadra di Arrivabene avrebbe meritato di raccogliere molto di più. Questo è il rammarico, perchè io vedo una stagione equilibratissima, non puoi lasciare nulla per strada…”

“Ma ce la possono fare, perbacco! Tra l’altro qualcuno dimentica che storicamente, negli ultimi anni, la Mercedes a Barcellona è stata sempre dominante, quindi il risultato di domenica in termini generali potrebbe anche essere non indicativo…”

“Mi sta piacendo Leclerc. Penso che su circuiti che ha già conosciuto nelle categorie minori andrà sempre meglio. Non suono le fanfare, perchè un debuttante devi giudicarlo alla fine della stagione. Ma è un ragazzo che sta confermando di possedere un enorme potenziale…”

Ps. Cortese avviso ai naviganti. Come sempre, libertà di opinione per tutti, qua sotto. A patto che sia sempre rispettata la buona educazione. Grazie.