1. Una settimana all’alba. O poco più.
    L’11 febbraio, come sapete, il teatro Valli di Reggio Emilia ospiterà la presentazione della nuova Ferrari da Gran Premio.
    Purosangue: almeno così spero, sebbene, al solito, le risposte alle mille domande debbano essere lasciate alla pista.
    Purosangue: trattandosi di un …Cavallino, sarebbe anche un bel nome, accidenti.
    Indiscrezioni.
    A Maranello sono convinti di non avere alcun problema con le prestazioni della power unit.
    Binotto è sicurissimo di non essere, quanto meno, inferiore a Mercedes e Honda.
    Auguri.
    Aerodinamica.
    Cardile e Sanchez hanno una bella responsabilità, insieme a Resta.
    Più confortanti le indicazioni dell’ultima settimana. Ancora non è stata trovata la quadra, ma come già mi è capitato di spiegare ancora c’è tempo.
    L’obiettivo, a parte i risultati!, è avere una macchina “semplice”, non esposta a brusche variazioni di rendimento a seconda dei tracciati.
    Piloti cautamente fiduciosi.
    Tra Vettel e Leclerc la relazione è meno accidentata di quanto si potesse temere dopo le turbolenze del 2019.
    Ma il fuoco cova sotto la cenere.