custom logo
La New Mercedes e la supercazzola di BrawnLeo Turrini - 10 marzo 2022
Tanto tuonò che piovve. Un po’ tutti avevano ipotizzato che l’ultima trovata Mercedes avrebbe innescato un polverone. E ci siamo. Mia opinione. Non ho la competenza tecnologica per dire se quelle fiancate anoressiche siano legali o meno. Invidio chi, in un senso o nell’altro, non ha dubbi. Magari lavora alla NASA. Personalmente trovo sbagliate due […]

Tanto tuonò che piovve.
Un po’ tutti avevano ipotizzato che l’ultima trovata Mercedes avrebbe innescato un polverone.
E ci siamo.
Mia opinione.
Non ho la competenza tecnologica per dire se quelle fiancate anoressiche siano legali o meno.
Invidio chi, in un senso o nell’altro, non ha dubbi. Magari lavora alla NASA.
Personalmente trovo sbagliate due posizioni di principio.
La prima: siccome trattasi di Mercedes, sarà sicuramente una soluzione irresistibile sul piano dei risultati.
La seconda: siccome trattasi di Mercedes si tratta certamente di una truffa.
Trovo invece preoccupante (eufemismo) il contenuto di una intervista rilasciata da Ross Brawn.

Una spettacolare suoercazzola.
Dice più o meno il vecchio occupante abusivo di un mio garage: quando abbiamo scritto le regole non immaginavamo una soluzione del genere, siamo stati colti di sorpresa ma non pensiamo sia illegale, comunque se ci saranno reclami valuteremo.
Ora, siamo sempre alla volpe e l’uva o al cane che si morde la coda.
Io sono un vecchio romantico ingenuo e pure babbeo. Ma questa leggenda in virtù della quale la F1 non potrà mai avere norme semplici e condivise, boh, non la capirò mai.
Quanto al resto, mi è sembrata una giornata necessariamente interlocutoria.
Non so ancora che potenziale abbia la Ferrari.
È importante lo sappiano Binotto, Leclerc e Sainz.
Ps. Ancora su questo luogo.
È casa mia.
A casa mia entra solo chi io desidero lasciare entrare.
Ho fissato criteri rigidissimi.
Mentre scrivo queste righe, sotto al post precedente sono stati pubblicati oltre 800 (ottocento) commenti.
Può darsi all’algoritmo sia sfuggito un paio di idiozie, ma non entreranno più nemmeno quelle.
Io capisco e rispetto le persone perbene cui non garba di attendere sulla soglia di ingresso.
Non le biasimo.
Ma, ancora, questa è casa mia. Non sarà più lordata o oltraggiata.
La frenesia internettiana (scrivo una cosa, deve apparire subito, non posso aspettare venti minuti o più: amico Rendina, ma cos’è, un allarme nucleare?) la comprendo. E non la condivido. Sono rincitrullito? Ok, sono rincitrullito. Però, again, it’s my country.
Sul concetto di istantaneità.
Molti tra voi non lo sanno. Sono stato io, quasi quindici anni fa!, ad invitare chi lo desiderava a commentare “in diretta” qualifiche e Gp.
Talvolta partecipavo anche io (avevo più tempo).
Poi il mondo è cambiato e certo non in meglio.
Capisco quindi perfettamente il disagio di chi, non tollerando ritardi, non potrà vivere qui gli eventi “ao vivo”.
Magari bloccherò i commenti per la durata della gara, per non turbare la suscettibilità di nessuno.
Un’altra cosa.
Questo non è mai stato un sito di informazione “Real time”. Non ha mai voluto esserlo. Non di rado ho commentato fatti ed episodi anche a distanza di tempo.
Appunto perché questo è un blog. Anzi, un Clog.
Io scrivo il mio parere.
Chi vuole, lo commenta civilmente e interagisce, volendo, con altri.
Ricordando di essere nel salotto di casa mia.
Infine.
Domani, venerdì, tra le 10 e le 14 i commenti resteranno in stand by per una verifica di sistema (e figuriamoci)