1. Fossi in Mattia Binotto, pregherei il fidato Luca Bugia Colajanni di segnare con un circoletto (Rosso, ca va sans dir) la data del 24 aprile 2022.
    Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy.
    A Imola.
    Accordo quadriennale, fortemente voluto da Draghi, Di Maio, Bonaccini il governatore e Domenicali.
    È un atto non solo di coraggio. È un atto di giustizia (se uno pensa a storia e memoria e a certi luoghi impresentabili in cui la F1 è costretta ad esibirsi in nome del soldo. Tra parentesi, ha ragione Vettel a dire che la F1 dovrebbe porsi qualche domanda. E ho ragione io ad aggiungere: non solo la F1).
    Dicevo però del circoletto Rosso di Binotto e del perfido Cola.
    Occhio, eh.
    Imola 2022 sarà la quarta tappa della stagione. Verrà dopo Bahrain, Arabia Saudita e Australia.
    Sarà la prima corsa in Europa. E immagino darà risposte definitive su credibilità e aspirazioni di tutti i partecipanti al mondiale.
    Il 23 aprile 2006 Imola visse l’ultimo Gp con pubblico sugli spalti.
    Vinse Michael Schumacher battendo la Renault di Alonso dopo un duello tiratissimo.
    Binotto c’era.
    Immagino si ricordi come si fa.
    Thanks.