Naturalmente, c’ero.
Ormai comincio a pensare che farei prima a dire dove non ero!
Era un sabato di giugno del 2007.
Montreal.
Prima pole position di un ragazzo chiamato Lewis Hamilton.
Mi piacerebbe spararla grossa e proclamare che mi dichiarai sicuro che quel pilota McLaren ne avrebbe fatte altre 99.
Vero niente.
Detto che c’è tanto di Mercedes in questa Tripla Cifra, aggiungo che comunque Lewis ci ha messo molto di suo.
Anche a Barcellona.
Mi dispiace per i detrattori in servizio permanente effettivo, ma i numeri parlano.
I 13 Roland Garros di Nadal. Le 7 Sanremo di Merckx. Racchette. Biciclette. Mercedes.
Ma anche il Campione.
Poi.
Giovinazzi più veloce di Kimi.
Stroll più rapido di Vettel.
Ocon meglio di Fernando.
Raikkonen. Seb. Alonso.
Il tempo non è uguale per tutti.
La Ferrari di B&C, alias Binotto e Colajanni (che dovrebbe leggere la biografia di Emanuele Macaluso, per ragioni nostre).
Meglio delle mie previsioni.
Leclerc è un grande.
Sainz non male.
In gara non so, sono anni che non impariamo a gestire le gomme…