L’ingresso di Vergne nell’organico Ferrari si presta ad alcune considerazioni.

A me il tipo piace molto.

E’ lecito supporre che, in prospettiva, il ragazzo possa rappresentare una soluzione per il dopo Raikkonen.

Ma sono suggestioni da non ‘caricare’ troppo: di Perez si diceva potesse sostituire in fretta Massa se non addirittura Alonso, poi sappiamo come è andata a finire.

Comunque, su JEV ho chiesto un parere all’ingegner Furbatto, appena tornato in McLaren per occuparsi di super car. Furbatto ha lavorato con Vergne in Toro Rosso e la sua opinione ha un valore.

Ecco qua.

“Quando è stato accanto a Ricciardo, talvolta Vergne si faceva prendere dalla smania di strafare, soprattutto in qualifica. Ma è uno veloce, abituato a partenze da guerriero. In gara, poi, non molla mai’.

‘So che qualcuno si chiede come mai la Ferrari non abbia offerto l’opportunità a Rigon o a Marciello, ma credo ci sia una spiegazione molto sensata. Oggi purtroppo le regole non permettono test in pista, quindi i giovanissimi, gli absolute beginners, sono oggettivamente sfavoriti. Vergne ha tre stagioni di esperienza nel suo bagaglio e al simulatore ha lavorato tantissimo con l’ingegner Adami, che adesso è arrivato a Maranello al seguito di Vettel’.

‘Io ovviamente non so se Jev sia stato preso per l’eredità di Kimi, facciamo dal 2016 o dal 2017. Di sicuro Kimi non è uno fermo, è un campione del mondo e comunque quello che di solito dà le notizie sulle strategie Ferrari sei tu, mica io che lavoro per la concorrenza!’

‘Da lontano, dall’Inghilterra, ho l’impressione che Arrivabene abbia compreso molto bene le esigenze della Ferrari. La rivoluzione in atto a livello di reparto corse è impressionante. Dal mio punto di vista è positivo aver al timone uno come Allison: James è uno dei più bravi nel mestiere, inoltre parla italiano e Maranello c’è bisogno di capire e di farsi capire. Mi sembra che Arrivabene stia plasmando la suadra secondo una struttura piramidale, con ruoli e responsabilità precise. Questo è incoraggiante: con la riconquista della serenità, arriveranno anche i risultati. E ti potrà sembrare strano, ma anche uno che lavora per la McLaren come me se lo augura, con tutto il cuore’.