1. Ritorno al futuro.
    Tra rendering delle monoposto 2022 e innovazioni del format con Sprint Race incorporata, questo week end di Silverstone è destinato a cambiare la storia della F1.
    Vedremo se nel bene o nel male.
    Filosoficamente, io non sono estraneo alla sperimentazione.
    I tempi evolvono, i gusti della gente pure.
    È altresì indubbio che la F1 ha un problema con le generazioni più giovani. Ne abbiamo già parlato: la mia sensazione, magari sbagliata, è che l’intero Motor sport si stia trasformando in un “prodotto” vintage.
    Lo avverto nel mio lavoro, nelle mie interazioni, nelle mie frequentazioni. Una volta non c’era ventenne che non sapesse tutto o quasi di Ferrari e di Senna.
    Adesso, non è più così.
    Comunque, andiamo pure a mangiare il budino, per capire se è buono.
    In fondo, riscoprire che i crono del venerdì a qualcosa servono, beh, è quasi una botta di vita.

Sotto l’ultima puntata del mio podcast.