“Io ho lavorato con Verstappen. Il padre. Era un tipo originale, in questo somiglia al figlio…”
Ah, che belle le antiche amicizie! Capito a cena con Gabriele Tredozi, grande ingegnere della Minardi che fu. Segue tutto, sa tutto. Lo ascolto e riferisco.
“Verstappen senior su un giro secco faceva cose da paura, ma non si ripeteva. Verstappen junior invece ha un talento che non si discute, però sta sbagliando troppo. Secondo me non lo sta aiutando l’enfasi che Red Bull sta mettendo su di lui…”
“Paradossalmente, hanno caricato a pallettoni Ricciardo! Io l’australiano lo prenderei subito a Maranello, ha grandi qualità e non si sente inferiore a nessuno…”
“La Ferrari sta messa meglio di quanto tanti pensassero. Secondo me sono anche stupiti dei risultati che hanno ottenuto! Continuando così ce la possono fare. La cosa buona è questa: fin qui, la SF71H è andata forte su ogni pista. Gran bel segnale…”
“La Mercedes da fuori ti da’ la sensazione di essere alle prese con un problema. Forse è una cosa che riguarda il cambio, forse non si fidano ancora della power unit. Cioè non stanno tirando al massimo, sono prudenti anche in eccesso, vedi certe scelte delle gomme. Ma se poi aggiustano tutto…”
“Ti dico una cosa anche sulla Formula E. Ha il suo perché, come diciamo nella mia Romagna. Solo, non va paragonata allla Formula Uno, sono mondi che resteranno distinti e distanti…”