Mauro Forghieri ha appena compiuto 83 anni.
Ne dimostra 53.
Mi fa piacere rendere pubblici gli auguri.
Non è il sentimento della amicizia personale a farmi scrivere che Forghieri è un Genio italiano del Novecento.
Anzi, un vero VSG, per dirla con The Donald.
Very Stable Genius.
Mi sono innamorato della Formula Uno vedendo vincere la 312 B di Regazxoni a Monza nel 1970.
E prima ancora mi facevano impazzire le vetture di quello che si chiamava Mondiale Marche.
L’arrivo in parata di Daytona 1967!
Ma ognuno tra noi può avere nel cuore una macchina diversa firmata da Furia, come lo chiamavano i suoi meccanici.
Cioè, che dire della monoposto con il turbo con la quale Gilles vinse a Montecarlo e a Jarama nel 1981? Sentiamo come la pensate con voi, anche con foto dei gioielli, se vi va.
Però può anche darsi che la sua creazione più bella fosse il primo modello interamente elettrico progettato per la Lamborghini di Lee Jacocca, un quarto di secolo fa. Era così bella che non la produssero mai.
Io voglio molto bene a questo Very Stable Genius e nel 2035, quando compirà cento anni, eh, spero di essere con lui a festeggiare.