Oh oh oh oh.
Così no.
Mi scuso con la Ferrari di Binotto e di Inaki Rueda.
Due giri in meno e Silverstone era un’altra Wembley.
Leclerc pazzesco. Smettetela di chiedervi cosa farà da grande. Uno così non può essere contento di lottare spesso per il sesto posto. E ci sta.
Ma godiamocelo fin quando è vestito di Rosso.
Dopo di che.
Dopo di che, ricordando la penalità a Vettel per una toccatina a Montreal 2019, allora qui non ci siamo.
Io ho una ammirazione enorme per Hamilton.
Ma un veterano pluriridato una cosa così alla Copse, al primo giro, non la fa.
Infatti Verstappen è finito all’ospedale.
Si può vincere in tanti modi.
Per carità.
A me Senna disse prima cosa avrebbe fatto a Suzuka 90.
È storia.
Io gli dissi che era uno stronzo.
Hamilton, uguale.
Certi gesti al limite (anzi, oltre) hanno conseguenze.
Non penso che Max dimenticherà.
E dieci secondi di penalità per una mossa così sono una barzelletta detta male.
Augh, ho detto. La