Notoriamente io non sono un fanatico delle cose “troppo” tecniche.
Banalmente, non le capisco. Non ho gli strumenti per comprendere la complessità dei problemi.
Mi limito quindi a segnalare, a ridosso del Gran Premio di Montecarlo, l’ultima iniziativa della Mercedes.
Che ha scritto una bella letterina alla FIA, chiedendo spiegazioni sull’utilizzo di olio nel turbo e bla bla bla.
La Fia, tramite l’ineffabile Charlie Whiting, ha prontamente accolto l’interpretazione Mercedes sulla norma (per me, ripeto e me ne scuso, oggettivamente indecifrabile).
Di sicuro la squadra campione del mondo non si occupa e non si preoccupa, fidatevi, della power unit Renault o della power unit Honda.
È anche certo che all’interno di Mercedes ci siano all’opera autorevoli professionalità (quando voglio so essere elegantissimo, eh) che ben conoscono le caratteristiche dell’altra power unit presente sulle piste del campionato del mondo di Formula Uno.
Un mare d’olio ci attende a Montecarlo, sissignore.
Prossimamente avremo modo di verificare se e quanto questa storia sia destinata ad incidere sulle prestazioni delle monoposto, nel Principato e altrove.
Ps. Un affettuoso saluto al cloggaro Tex. Forza che vinciamo insieme.