Motori
19 luglio 2018
Non ho fretta di esprimermi sulla imminente sfida in terra germanica per la semplice ragione che candidamente di seguito vado a confessare. Ad Hockenheim, con auto così larghe e gommoni non da mare, ecco, manca qualunque tipo di riferimento.[...]
Motori
17 luglio 2018
In Germania, adesso. Casa Vettel? O Casa Mercedes? Debbo dire che i tedeschi hanno sempre avuto un rapporto quasi sacrale con le corse. Sono sempre stati molto consapevoli della qualità della loro produzione industriale (Volkswagen, Mercedes,[...]
Motori
15 luglio 2018
Mai più. Dico sul serio. Anche chi non ama il calcio avrà avuto modo di cogliere la malinconia sparsa e diffusa. Mai più un mondiale di calcio senza l’Italia. Non perché sia in ballo la dignità di patria (queste sono baggianate, anche[...]
Motori
13 luglio 2018
Con 5 week end su 6 da Gran Premio, è giusto rifiatare un attimo. Chi lo desidera può parlare di MotoGP, mentre io mi abbandono alla mia malattia senile. Il Dottor Divago (e divagando tra parentesi dirò che gli spostamenti annunciati ieri da[...]
Motori
11 luglio 2018
E già erano tante le cose che mi facevano pensare alla estate del 2000… Non voglio annoiare nessuno con la mia propensione alla memoria. Lo so, lo so. È come quando ripensi ad una ragazzina perduta dei giorni di “Luna” di Gianni Togni: se lo[...]
Motori
9 luglio 2018
Non faccio fatica a comprendere i motivi della plateale retromarcia di Hamilton. Accettare le scuse di Kimi, aggiungendo che a caldo capita di dire sciocchezze, era per Lewis l’unica via d’uscita. Già nella tarda serata di domenica la FIA aveva[...]
Motori
8 luglio 2018
Di questo passo, dubito che arriverò vivo alla fine del campionato. Fatico a ricordare una corsa tanto eccitante negli ultimi 10 anni. Che dite, si sarà capito come mai io ho scritto, prima, che sto con Vettel e con Raikkonen? O non basta[...]
Motori
7 luglio 2018
Non so se succede. Ma se succede. Erano anni che a Silverstone non vedevo una Ferrari così competitiva. Al sabato, almeno. Con due grandi piloti. Lo so, lo so. Sono l’unico a pensare che a Maranello non ci sia mai stata, dai giorni non felici[...]
Motori
6 luglio 2018
Il Belgio ha eliminato il Brasile ai Mondiali. Quindi, non succede. Ma a volte succede. La faccio breve. A mio modestissimo parere, per ora e finora in Inghilterra la Ferrari della Gommina felicemente se ne è strafottuta. Come disse Clark[...]
Motori
5 luglio 2018
Narrano in ambienti finanziari che Sergio Marchionne contribuirà all’affare Ronaldo in Juventus dirottando sul portoghese i soldi risparmiati sostituendo Kimi, che ha un ingaggio da campione del mondo, con Leclerc, che avrà un compenso da[...]
Motori
4 luglio 2018
Spulciando tra le righe del ribaltone McLaren, sempre pensando alla Gommina di Silverstone, ecco, mi veniva in mente il Modello 101. Gran Premio di Inghilterra 1990. La vittoria di Prost con la Ferrari, appunto il successo 101 nella storia[...]
Motori
3 luglio 2018
Poiché ci sarà tempo di riflettere (e soffrire) in tema di gommino British, mi abbandonerò ad una di quelle reminiscenze che mi hanno garantito l’etichetta di Dottor Divago. Silverstone, 1998. Venti anni fa. Solo chi ha vissuto l’epopea pre[...]
Motori
1 luglio 2018
Mai dire mai. Mi dispiace che alcuni tra voi, considerata tutta truccata la Formula Uno, abbiano deciso di lasciarmi solo proprio nel momento in cui la Ferrari è in testa a entrambi i mondiali! Scherzi a parte, la bellezza dell’automobilismo[...]
Motori
30 giugno 2018
Allora, scrivo al volo avendo appena appreso della retrocessione di Vettel di tre posizioni sulla griglia di partenza causa episodio che lo ha coinvolto con Sainz. A me francamente pare una sanzione esagerata: lo stesso spagnolo della Renault,[...]
Motori
29 giugno 2018
Italiani mambo (in Austria). La Ferrari sarà salvata da un simulatore (in diretta via computer)? Non lo so. Scaramanticamente alla rovescia, rammento qui e ora che Niki Lauda, amatissimo austriaco Doc, veniva appunto detto “il computer” quando[...]
Motori
28 giugno 2018
Vade retro Saragat (cit. Fortebraccio). Visto che in Austria di zone DRS ce ne saranno addirittura tre, dirò (di nuovo) la mia sul marchingegno dell’ala mobile. Lo detesto. Io credo che il DRS (acronimo per Detestabili Ridicoli Sorpassi) abbia[...]
Motori
27 giugno 2018
I ricordi del cuore non passano mai. La mia prima memoria di un gran premio disputato in Austria e in bianco e nero. Era il 1975 e su un vecchio televisore che funzionava a scatti, lassù nel minuscolo borgo di montagna che ospitava le mie[...]
Motori
25 giugno 2018
Proverò a mettere ordine tra i miei pensieri post Francia, naturalmente pochi e confusi. Donna Ferrari e i suoi (tre) piloti. Su Vettel. Allora, trovo molto divertente l’idea, puntualmente affiorata qua e là, di mettere Seb sotto processo per[...]
Motori
24 giugno 2018
Sempre più spesso mi capita di essere d’accordo con Vettel. Ha ragione. In partenza è stato lui a commettere un errore e lo ha pagato a caro prezzo. Mi scoccia molto, ma non sapremo mai, causa questo autogol, fino a che punto la Ferrari sarebbe[...]
Motori
23 giugno 2018
Meno male che Leclerc fa coraggio a noi ferraristi. Potrei cavarmela con questa battuta da avanspettacolo di serie Z spedendo i complimenti per l’Alfa Sauber al già opinionista cloggaro Luca Furbatto (che bravo!), a cercherò di fare un discorso[...]
Motori
23 giugno 2018
Vettel, Achille e la tartaruga (Rossa? Argentata?). Ho sempre amato i paradossi della filosofia greca. Ah, quando c’ero io sui banchi della maturità! Certo che di paradossi la Formula Uno è piena. Vale più un giro o un Gran Premio? Il venerdì[...]
Motori
21 giugno 2018
Di Leclerc e di Raikkonen abbiamo parlato quando era tempo, in questa amena sede. Più interessante, almeno dal mio modestissimo punto di (s)vista, è quello che può accadere nei 3-Gp-3 che ci aspettano nel giro di sedici giorni. Qui si decide[...]
Motori
20 giugno 2018
Le Castellet. La Formula 1 ci torna dopo 28 anni. L’ultima volta, nel 1990, io ero assente giustificato. Infatti, mi trovavo a Roma per raccontare la finale dei mondiali di calcio, quella vinta dalla Germania contro l’Argentina di Maradona[...]
Motori
19 giugno 2018
Adesso è ufficiale. Red Bull sposa Honda. Addio a Renault, nonostante gli otto titoli vinti insieme in era pre ibrida. Per i giapponesi, dopo le umiliazioni chez McLaren, si tratta di una rivincita clamorosa. Almeno sulla carta, perché poi[...]