Aprile è il mese che Alice Italia, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, dedica ogni anno alla prevenzione di questa patologia che, nel nostro Paese, colpisce circa 150.000 persone ogni anno. “Per questa edizione – dichiara Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Odv – abbiamo deciso di accendere i riflettori sull’ipercolesterolemia, dato che il colesterolo, insieme a fumo di sigaretta, ipertensione e obesità, costituisce uno dei principali fattori di rischio ictus, condizioni che possono essere modificate attuando un cambiamento nel proprio stile di vita: una sana e corretta alimentazione, ad esempio, è in grado di ridurre il colesterolo nel sangue tra il 5 e il 10%, diminuendo in questo modo anche il rischio di incorrere in malattie come ictus e infarto”.

Oggi i medici hanno a disposizione diverse opzioni terapeutiche efficaci nel mantenere sotto controllo il colesterolo. Obiettivo di Alice Italia è quello di sensibilizzare le persone su due elementi fondamentali che costituiscono un’arma molto potente nelle mani di ciascuno: la prevenzione, che passa attraverso una modifica al proprio stile di vita (non fumare, fare attività fisica costante, non abusare di alcol, seguire una dieta sana ed equilibrata) e la diagnosi precoce (fare gli esami del sangue una volta all’anno per controllare i valori del colesterolo può evitare l’insorgenza improvvisa di patologie gravi come ictus e infarti).

Alessandro Malpelo

QN Quotidiano Nazionale

salute benessere